High key vs Low key

Quando si decide di scattare una fotografia, occorre stabilire la quantità di luce che vogliamo includere nella nostra immagine, cioè scegliere l’esposizione (cfr. “Un altro manuale di fotografia“, parte II: “Gestione della luce”), e impostare la macchina fotografica in base a tale scelta, tenendo conto anche della composizione richiesta e del colore della luce.

Solitamente il fotografo cerca l’esposizione corretta, cioè quella che, più fedelmente possibile alla reale luce presente sulla scena, renderà visibile nell’immagine finale tutti i dettagli nell’inquadratura scelta. Infatti, se un elemento sarà sotto-esposto o sovraesposto oltre la gamma dinamica della macchina fotografica, esso non sarà visibile, perché registrato rispettivamente come nero o bianco assoluto (fenomeno detto “clipping”).

3060 - La lettrice
Fotografia in studio eseguita con l’esposizione corretta. Tutta la scena è visibile e definita

Ciononostante alle volte le fotografie presentano un’esposizione diversa da quella corretta, il che non è necessariamente un errore. In alcuni scatti, per esigenze compositive, si può decidere di sovraesporre o sottoesporre una foto, per ottenere un effetto di grande luminosità o un’atmosfera cupa e drammatica.

In particolare le foto in chiave alta sono molto utilizzate nella fotografia di moda, per esempio nei controluce glamour, ma anche nelle comuni fotografie in stile “beauty”, in quanto le alte luci nascondono le ombre e rendono meno evidente il trucco, che diviene tuttavia necessario, se non si vuole correre il rischio di appiattire e togliere tridimensionalità al viso del soggetto.

16068 - Il vagabondo
La vita all’aperto non è il massimo per la pulizia di una pelliccia bianca, ma delle luci in chiave alta fanno miracoli

Francamente non amo molto le fotografie in chiave alta, sopratutto nei ritratti in cui è presente un elevato contrasto: è facile in scatti del genere scambiare una deliberata scelta artistica per un grossolano errore.

Preferisco di gran lunga dilettarmi con la fotografia in low key, innanzitutto perché conferisce alle immagini un aspetto drammatico, con cui posso “giocare” un po’ di più, senza contare che le ombre, se usate in modo adeguato, aiutano a snellire i soggetti.

18379 - Secondo incontro
L’immagine in chiave bassa consente di utilizzare lo spazio negativo e delineare solo con un sottile contorno di luce l’arbitro che si appresta a dirigere un incontro di boxe

Dal punto di vista tecnico, per ottenere il nero assoluto bisogna assicurarsi che la parte di immagine interessata sia sottoesposta di almeno due stop, così come per ottenere un bianco che più bianco non si può è necessaria una sovraesposizione di almeno due stop… e non più di tre, se abbiamo intenzione di stampare la foto!

Infatti, quando una stampante rileva una parte di immagine sovraesposta di almeno tre stop, la considera “bruciata”: non è possibile ricavare alcuna informazione sui pixel che la compongono e, quindi, semplicemente non getta alcun inchiostro in fase di stampa. Ciò rende determinate (e difficilmente controllabile) la scelta della carta utilizzata per la stampa, perché sarà il suo colore e non quello della vostra foto, che sarà visibile a chi osserva la foto.

36409363735_b792b9fe8e_o
In questa foto volevo riprendere il panorama, ben illuminato, senza perdere il dettaglio delle mura intorno alla finestra, che, però, erano decisamente sottoesposte. Per questo ho realizzato due scatti con due diverse esposizioni e poi li ho fusi in una sola immagine in HDR (High Dynamic Range)

 

9 pensieri riguardo “High key vs Low key

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.