Quel che resta

Un recente fatto di cronaca, passato sui media per lo più come buffa notizia di costume, potrebbe in realtà darci spunto per una seria riflessione su alcune storture che il mestiere di fotografo subisce al giorno d’oggi, in cui l’immagine è talmente inflazionata da essere considerata al contempo fondamentale e scontata.

È notizia di qualche giorno fa: uno sposo ha ingaggiato per il suo matrimonio un amico fotoamatore, invece di un professionista, perché voleva spendere poco. Fin qui, nulla di nuovo. La particolarità è che lo sposo, lungi dall’invitarlo a partecipare al pranzo di nozze, ha perfino negato al malcapitato 20 minuti di pausa per mangiare qualcosa. Al che, il fotografo ha cancellato tutte le foto scattate e se n’è andato indignato. Come dargli torto?

Intanto, occorre ricordare che quella del fotografo è una professione, cosa che purtroppo è tutt’altro che scontata. Nulla vieta che un fotoamatore sia bravo e possa realizzare un buon servizio e che accetti un compenso inferiore, ma bisogna comunque riconoscergli che sta facendo un lavoro e tale lavoro deve essere remunerato e considerato. È inaccettabile negare a un fotografo una pausa per mangiare un boccone dopo svariate ore di lavoro e in previsione di altre.

Bisogna inoltre tenere conto che il servizio fotografico è spesso bistrattato: in fondo, siamo tutti capaci di premere un tasto, no? Basta un amico che abbia una macchina fotografica “buona” e il gioco è fatto. Almeno così pensano in molti, ma chi ha un minimo di competenza sa che non è così e ci vuole molto poco per rovinare un servizio fotografico.

In conclusione, cari sposi desiderosi di risparmiare, prima di negare a un fotografo il giusto compenso e magari anche la dignità, tenete bene a mente che, tra dieci anni, tutto ciò che vi resterà del “giorno più bello della vostra vita” saranno soltanto le fotografie.

Un pensiero riguardo “Quel che resta

  1. giuste riflessioni, come dire ad ognuno il suo mestiere, riguardo quell’episodio era davvero meschino quello sposo che non voleva offrire neppure il pranzo a colui che gli faceva le foto, ben gli sta…👍👍👍

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.